Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

La città sensibile: internet delle cose [ sc.03 ]

Come afferma il Politecnico di Milano, nei mesi scorsi abbiamo assistito ad una vera e propria svolta per l’internet of things, con la discesa in campo di grandi attori in grado imprimere un cambiamento di passo e traghettare verso il mercato di massa quella che fino ad oggi è stata una tecnologia considerata di nicchia o di avanguardia.

Automotive, utility, manifattura e logistica e distribuzione saranno i settori più direttamente coinvolti nei prossimi mesi. I primi perchè direttamente chiamati in causa da direttive europee che impongono entro il 2018 l’utilizzo di contatori e sensori “intelligenti” per il monitoraggio, il controllo dei consumi e la sicurezza; gli altri perchè sono quelli su cui la Dg Connect della Commissione Uesta costruendo un programma di investimenti massicci in ricerca e sviluppo con l’obiettivo di assumere un ruolo di leadership internazionale: 51 milioni per l’anno corrente che raddoppieranno nel 2016 (100 milioni destinati prevalentemente a progetti pilota su larga scala).

Le nostre città sono, quindi, destinate a cambiare nel giro di pochi anni, e con esse il nostro tessuto produttivo ed industriale ed il valore del mercato dell’IoT nel nostro Paese, che crescerà ancora (dopo aver toccato un +28% nel 2014), trainando i molti settori collegati: la sensoristica di base e gli strumenti di concentrazione dei dati; le infrastrutture per far viaggiare le informazioni; le tecnologie e i terminali mobile; le piattaforme software per la gestione degli oggetti connessi; le tecnologie di integrazione e per la cyber security.

L’evento si muoverà su due linee di lavoro: da una parte presentare e far conoscere ai decisori pubblici, ma soprattutto privati le opportunità da cogliere; dall’altra promuovere la logica delle “alleanze” tra diversi attori per riuscire a competere in un settore cruciale per la nostra economia e certamente tra i più promettenti del prossimo futuro.

Gli atti dell'evento sono disponibili qui http://www.forumpa.it/smart-city-exhibition-2015/la-citta-sensibile-internet-delle-cose

Programma dei lavori

Introduce e presiede

Perego
Intervento di Alessandro Perego all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Alessandro Perego Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation - Politecnico di Milano Biografia Vedi atti Guarda il video

ALESSANDRO PEREGO is Full Professor of “Logistics and Supply Chain Management” at the School of Management of Politecnico di Milano where he chairs the course of "eOperations" at the Milano-Bovisa Campus, the course of "Management of Logistics and Production Systems" at the Cremona Campus, the course of "Logistics Management" at the Como Campus. He is director of the Master in “Supply Chain Management and Strategy” and of the Master in "eFashion".
Alessandro is co-founder and member of the Scientific Board of the Observatories on ICT & Management of the school of Management of Politecnico di Milano and responsible for the Observatories on Electronic Invoicing and Dematerialization, Mobile Payments, Contract Logistics, eCommerce B2c, Intelligent Transportation Systems.
He promoted and co-ordinated national and international researches on Logistic Networks Design, Supply Chain Planning, Intelligent Transportation Systems, eBusiness (eProcurement, eSupply Chain), Radio Frequency Identification.
He is author of many publications at both the national and the international level.

Specialties:Supply Chain Management, Logistics, ICT Management, eInvoicing, RFId, eCommerce, Logistic Networks Design, Supply Chain Planning, Intelligent Transportation Systems, eBusiness (eProcurement, eSupply Chain), Radio Frequency Identification.

Chiudi

Longo
Alessandro Longo Direttore responsabile - Agendadigitale.eu e Forumpa.it Biografia

Direttore responsabile delle testate specializzate Agendadigitale.eu (dal 2012) e Forumpa.it (entrambe del gruppo Digital 360), è anche collaboratore continuativo dal 2003 di Repubblica (con circa mille articoli pubblicati[1]), dell'Espresso (dove risulta nel colophon del giornale tra i collaboratori regolari) e del Sole24Ore. Circa un centinaio di inchieste sul mercato degli operatori telefonici e dell'Agenda digitale (temi su cui Alessandro Longo è specializzato) sono state pubblicate sulle prime pagine[2] di Repubblica e del Sole24Ore. Sempre nella veste di giornalista esperto di temi digitali, interviene dal 2010 a Uno Mattina e Uno Mattina in Famiglia su Rai 1[3]. Suoi interventi anche ad Agorà (Rai 3), A Conti Fatti (Rai 2) e Mi Manda Rai 3. Nel 2013 ha moderato il creatore del web Tim Berners Lee a un evento della Provincia di Trento. Nel 2016 ha partecipato all'evento Forumpa 2016 moderando il noto economista Jeremy Rifkin.
Nel 2015, un suo articolo ha vinto il premio Anfov, dedicato al giornalismo specializzato nelle telecomunicazioni[4].Anfov è una delle principali associazioni di categoria, dal 1982. Dal 2005 interviene regolarmente nei programmi della Radiotelevisione Svizzera (Radio 1) in qualità di esperto di temi digitali 

Chiudi

Presentazioni frontali

Tumino
Intervento di Angela Tumino all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Angela Tumino Osservatorio Internet of Things - Politecnico di Milano Biografia Vedi atti Guarda il video

Angela Tumino, PhD, è ricercatrice presso il Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano e docente di Gestione dei Sistemi Logistici e Produttivi. È Responsabile della Ricerca dell’Osservatorio Internet of Things (Osservatori Digital Innovation -  School of Management del Politecnico di Milano). Principali temi di ricerca: Internet of Things, Smart City, Smart Home, RFId (Radio Frequency Identification), supply chain management, visibility & information sharing, value assessment.

Chiudi

Annunziato
Intervento di Mauro Annunziato all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Mauro Annunziato Direttore Divisione Smart Energy - ENEA Biografia Vedi atti Guarda il video

Laureato in Ingegneria Nucleare, in ENEA dal 1986. Dal 1997 ha diretto un laboratorio impegnato sulla computation intelligence applicata ai sistemi industriali, ai distretti eco-sostenibili, alla modellazione dinamica di ecobuilding e distretti a generazione distribuita. Si é impegnato sulle reti neurali complesse, sugli ambienti di vita artificiale e sulla simulazione dinamica ad agenti. Autore di più di cento pubblicazioni, é membro di diversi comitati scientifici di conferenze internazionali. Attualmente é coordinatore di progetti ed attività di ricerca sulla Smart City ed Ecoindustria ed ha avviato in questa direzione progetti significativi tra cui il progetto Lumiere cui hanno aderito circa 400 comuni italiani, il progetto City 2.0 per lo realizzazione di un modello di smart town applicato a L'Aquila ed il progetto Res Novae (30 ML euro) su Bari (smart grids + reti di edifici) dove ha la funzione di coordinatore scientifico Delegato italiano del network europeo EERA Smart City (European Energy Research Alliance) dove coordina il programma "Urban Energy Networks" una delle quattro aree del Joint Programme sulle Smart Cities.

Chiudi

Epifani
Intervento di Stefano Epifani all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Stefano Epifani Professore di Sociologia e Comunicazione - Sapienza Università di Roma Biografia Vedi atti Guarda il video

Si occupa della progettazione di modelli, strumenti ed applicazioni di knowledge management ed information design finalizzati a favorire i processi di innovazione nelle organizzazioni complesse attraverso il ricorso a soluzioni basate su sistemi IT.

E' docente di Tecnologie applicate alla Comunicazione d’Impresa alla Sapienza, Università di Roma e di Produzioni Multimediali all’Università di Urbino Carlo Bo. È  Direttore del portale TechEconomy.it, dedicato all’impatto delle tecnologie al business ed alla comunicazione.  

È consulente di numerose organizzazioni pubbliche e private (tra le quali Anci, Ancitel, Formez, DigitPA, Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, Regione Lombardia, Regione Marche, Regione Lazio, Telecom Italia, Poste Italiane, IBM, Microsoft).

Collabora con organismi di ricerca nazionali (Enea, CNR) ed internazionali (Fraunhofer Institute in Germania, Eafit in Colombia). Fa parte di diversi tavoli istituzionali dedicati all’introduzione di sistemi e strumenti di Information & Communication Technology nella Pubblica Amministrazione ed è tra gli estensori dei Vademecum pubblicati da DigitPA per supportare le Amministrazione Pubbliche nell’adozione di modelli e processi operativi orientati al Digitale (Open Government, Comunicazione on-line, Social networking).

È autore di diversi testi, tra i quali: Manuale di comunicazione politica on-line (Istituto di Studi Politici San Pio V, 2011); Decidere l’Innovazione (Sperling & Kupfer, 2006); Learning Community: modelli collaborativi di gestione della conoscenza (Franco Angeli, 2004); Business Community: gestire il capitale intellettuale nell’economia della conoscenza (Franco Angeli, 2003); Internet per chi scrive (Gruppo Editoriale Jackson, 1996).

Chiudi

Atti di questo intervento

04_sc_03_epifani_stefano.mp3

Chiudi

Lepri
Intervento di Bruno Lepri all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Bruno Lepri Head of Mobile and Social Computing Lab at FBK and Visiting Researcher - MIT Media Lab Biografia Vedi atti Guarda il video

Bruno Lepri dirige il Mobile and Social Computing Lab ed è vice-direttore della linea di ricerca Complex Data Analytics alla Fondazione Bruno Kessler (Trento, Italy). Bruno è anche visiting scientist a MIT Connection Science e senior research affiliate a Data-Pop Alliance, il primo think-tank su Big Data e Sviluppo, co-creato da Harvard Humanitarian Initiative, MIT Media Lab e Overseas Development Institute. Bruno è stato consulente e advisor di compagnie telefoniche, banche, e organizzazioni internazionali (World Bank, Agenzia Francese per lo Sviluppo) e nazionali (ISTAT) su temi di big data. I suoi interessi di ricerca includono fisica sociale, scienze sociali computazionali, big e personal data, data-driven policy making, e comprensione automatica del comportamento umano. 

Chiudi

Tavola rotonda

Bufi
Intervento di Domenico Bufi all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Domenico Bufi Project Manager - RES NOVAE Biografia Guarda il video

Domenico Bufi, ingegnere elettrotecnico, lavora presso l’Unità Sicurezza, Ambiente, Qualità ed Efficienza energetica di Enel Distribuzione. In passato si è occupato di Eccellenza Operativa nella gestione dei processi, conseguendo il diploma di Black Belt Lean Six Sigma. Attualmente è il Project Manager del Progetto RES NOVAE.

Chiudi

Ferrari
Intervento di Ludovica Carla Ferrari all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Ludovica Carla Ferrari Assessore Bilancio, Finanze, Tributi, Sistemi informatici e Smart city, Personale, Riforma Pubblica Amministrazione - Comune di Modena Biografia Guarda il video

Ludovica Carla Ferrari, nata nel 1983, sposata, una laurea specialistica all’Università di Bologna in Progettazione e gestione degli ecosistemi agroterritoriali, forestali e del paesaggio, dopo il diploma al liceo scientifico Tassoni di Modena, iscritta V anno della facoltà di Architettura di Firenze per una seconda laurea.
E’ contitolare dal 2008 dello studio “LS Architettura – Neri Ferrari design” che sviluppa attività di progettazione, design e creatività.
In precedenza ha collaborato con diverse aziende, in particolare nella progettazione paesaggistica.
Tra il 2009 e il 2013 ha fatto parte del Consiglio dell’Ordine provinciale dei dottori agronomi e dei dottori forestali.
Componente della segreteria provinciale del Pd, è tra gli animatori del circolo del Pd “Smart City ed Europa” e tra i coordinatori del forum provinciale sulle Smart city.

Chiudi

Mosso
Intervento di Donatella Mosso all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Donatella Mosso Coordinatrice - Fondazione Torino Smart City Guarda il video
Piergallini
Enrico Piergallini Sindaco di Grottammare
Marani
Intervento di Giovanni Marani all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Giovanni Marani Assessore allo Sport, Politiche Giovanili, Servizi Demografici, Statistica, Servizio Informatica e Innovazione Tecnologica - Comune di Parma Biografia Guarda il video

Sportivo, parmigiano, classe 1977, è un imprenditore del web con diploma di maturità d’arte applicata, contitolare di un’azienda di servizi di comunicazione multimediale, grafica e nuove tecnologie. Deleghe: sport, diritto al gioco, politiche giovanili, servizi demografici, statistica, servizio informatica e innovazione tecnologica.

Chiudi

Pezzuto
Intervento di Bruno Pezzuto all'evento "La città sensibile: internet delle cose"
Bruno Pezzuto Direzione Comunicazione e Sistemi Telematici - Centrale Mobilità - Comune di Verona Biografia Guarda il video
Responsabile della Centrale della Mobilità e dell’Ufficio Comunicazione e Sistemi Telematici. Responsabile dell’infrastruttura ITS (Intelligent Transport System) di Verona e dei progetti innovativi nell’ambito della mobilità a sostegno della sicurezza stradale e dell’infomobilità:
 
- UTC (Urban Traffic Control – Sistema di centralizzazione semaforica)
- AVI (Automatic Vehicle Identification – Sistema elettronico di controllo accessi)
- PGI (Parking Guidance and Information - Sistema di indirizzamento ai parcheggi)
- AVC (Automatic Vehicle Classification - Sistema di monitoraggio del traffico)
- VMS (Variable Messages System - Sistema di pannelli a messaggio variabile)
- SOS (Safety Operating System – Sistema di colonnine d’emergenza)
- VDS (Videosurveillance - Sistema di videosorveglianza urbana del traffico)
- ITC (Information Tecnology Comunication – Data center dedicato alla mobilità)

Chiudi

Torna alla home